ENTRARE NELL'OPERA – IL DUO BIANCO/VALENTE PER PALAZZO STROZZI

 

Il progetto Palazzo Strozzi Contemporaneo, che è aperto alle varie pratiche e ai diversi approcci che caratterizzano la produzione di arte e cultura contemporanee, continua con “Tu sei qui”, installazione ambientale site specific del duo di artisti Giovanna Bianco e Pino Valente per il Cortile di Palazzo Strozzi.
Attraverso le loro opere Bianco-Valente esaminano tematiche universali umane come la relazione tra corpo e mente, tra storia collettiva e percezione personale. Con questa installazione, realizzata per il Cortile di Palazzo Strozzi, i due artisti riflettono sul concetto di esperienza, sulle dinamiche di scelta, i condizionamenti e le influenze che la determinano.

Una grande parete specchiante posta al centro del Cortile presenta la scritta “tu sei qui” su entrambi i lati, un’affermazione diretta che richiama le indicazioni sulle mappe dislocate nelle città o all’interno di ogni sorta di edificio. Alla parete specchiante si combina un diagramma a terra, disegnato da luci proiettate dall’alto che si riflettono negli specchi, che vuole rappresentare una visualizzazione astratta e simbolica dei percorsi personali, delle scelte e delle vicende che popolano il nostro vissuto. L’installazione porta in questo modo a specchiarsi, a guardarsi nello specchio e nell’ambiente che si riflette nello specchio, è autocoscienza libera e manifesta.

La storia personale e collettiva è da sempre interpretata dal duo di artisti come una rete, un tessuto connettivo che ridefinisce l’ambiente che ci circonda e che da questo è definito.

Attraverso l’esperienza del cortile di Palazzo Strozzi, “Tu sei qui” restituisce una rappresentazione metaforica del vissuto, tra limitazioni e scelte, percorsi privati e casualità; specchiarsi diventa un vedersi dentro per scegliersi e scegliere.

 

Giovanna Bianco nasce a Latronico (PZ) nel 1962 e diventa insegnante di lingue nei licei; Pino Valente invece nasce a Napoli nel 1967 e diventa un bravo informatico e fotografo: insieme hanno dato vita ad un duo artistico di grande popolarità: le loro opere sono esposte in molti paesi del mondo, fino in Estremo Oriente. Sono già tra gli artisti contemporanei più apprezzati in assoluto.

Come essi stessi dichiarano: “Lavoriamo sui fenomeni legati alla percezione e sui processi cerebrali che ci permettono di mantenere il ricordo delle esperienze, di percepire immagini mentali e, tramite esse, di instaurare una riproduzione in continua evoluzione della realtà esterna. Ci affascina la dualità fra il corpo e la mente: una struttura organica di carne, definita e limitata nello spazio e nel tempo, che porta in giro la mente, un fenomeno spontaneo senza confini apparenti, totalmente libero e autoreferenziale. Cerchiamo i confini di questo spazio immateriale che abita le circonvoluzioni della corteccia cerebrale, per capire se e dove sia possibile individuare un punto di contatto che lega indissolubilmente i due domini”.

 

Installazione “Tu sei qui”, di Bianco-Valente

Cortile di Palazzo Strozzi, Firenze

dall’ 11 Dicembre 2014 al 25 Gennaio 2015

a cura di Elena Magini

ingresso gratuito. Tutti i giorni 9.00-20.00, giovedì fino alle 23.00.

 

Sara D’Incertopadre

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *